LENTI MULTIFOCALI E BIFOCALI

I materiali impiegati per le lenti da vista si dividono in due macro categorie:

Lenti in vetro: garantiscono ottima qualità visiva e resistenza ai graffi; sono però piuttosto pesanti e facili a rompersi. La loro resistenza agli urti, però, può essere migliorata con un trattamento termico che rende il vetro temperato.

Lenti in materiale organico: sono realizzate in speciali resine che garantiscono una buona qualità visiva, leggerezza, resistenza agli urti e, nella maggior parte dei casi, un assorbimento dei raggi UV. La scarsa resistenza ai graffi può essere aumentata con particolari trattamenti detti “di indurimento”.

Sia con le lenti in vetro che con quelle organiche si ottengono materiali che consentono risparmi di peso e di spessore e che sono indicati per i difetti visivi di grado più elevato.

Non tutta la luce che investe una lente vi passa attraverso, anzi, una buona parte di essa viene riflessa dalla superficie stessa della lente creando così disturbi alla visione. Per questo motivo sono stati studiati trattamenti detti “di antiriflesso” che fanno ottenere, alla lente, una trasparenza di circa il 99%; il trattamento di antiriflesso è particolarmente indicato per la guida notturna, per chi lavora davanti a monitor e negli ambienti illuminati artificialmente.