CONTATTOLOGIA/ACCESSORI E LIQUIDI PER LENTI A CONTATTO

Presso il nostro negozio offriamo ai nostri clienti tutti i servizi dedicati ai prodotti di contattologia:
  • Applicazione lenti a contatto “usa e getta”
  • Applicazione lenti a contatto morbide e rigide gas-permeabili personalizzate
  • Applicazione lenti a contatto multifocali morbide e rigide gas-permeabili
  • Applicazione lenti a contatto per cheratocono e post-chirurgia
  • Applicazione lenti a contatto per ortocheratologia

Oggi le lenti a contatto più utilizzate nel mondo sono le lenti morbide a ricambio frequente

Le lenti a contatto nascono quasi contemporaneamente in Svizzera, Francia e Germania alla fine del 1800;

sono dispositivi medici in materiale plastico, a forma di piccole calotte trasparenti, che vengono applicate sulla superficie oculare per la correzione di difetti visivi.
Le lenti a contatto si dividono in due grandi famiglie:

Le lenti rigide di ultima generazione sono permeabili all’ossigeno e vengono dette anche “semi rigide” o “gas permeabili”. Sono consigliate a chi preferisce l’uso delle lenti a contatto rispetto a quello degli occhiali, soprattutto in presenza di difetti visivi di grado elevato o nei casi in cui la curvatura della cornea è irregolare. Le lenti morbide sono chiamate anche idrofile perché composte in gran parte d’acqua. Sono più confortevoli ma possono provocare fenomeni di intolleranza a causa della loro superficie che assorbe (come fosse una spugna) le sostanze estranee che vi si depositano più facilmente rispetto alle “semi rigide”.

Oggi le lenti a contatto più utilizzate nel mondo sono le lenti morbide a ricambio frequente. Esse possono essere ad uso:

    • giornaliero: si usano un solo giorno e poi si eliminano
    • quindicinale: usate per un massimo di 15 gg. Queste lenti vanno assolutamente conservate in una soluzione disinfettante per tutto il tempo in cui non si indossano
    • mensili: possono essere usate per un massimo di 30 gg. Anche queste lenti vanno assolutamente conservate in una soluzione disinfettante per tutto il tempo in cui non si indossano.
    • Alcuni consigli utili:
  • Non portare le lenti per tutto il periodo di veglia ma solo per un massimo di 8 – 10 ore al giorno, con una piccola pausa. L’eccessivo porto può provocare un’alterazione della fisiologia oculare e quindi causare l’insorgenza di disturbi che permangono o che si risolvono con difficoltà. Uno dei sintomi di un uso eccessivo è dato dalla sensazione visiva di aloni attorno alle luci.
  • Non dormire mai con le lenti, ad eccezione delle lenti ad uso prolungato, utilizzabili però solo per pochi giorni consecutivi e sotto il controllo del vostro contattologo di fiducia.
  • Se la visione con le lenti appena indossate non è nitida, provare a massaggiare le palpebre chiuse per centrare le lenti. Se la situazione non migliora controllare che la lente non sia uscita dall’occhio, che non sia invertita, che non sia sporca oppure che non sia stata rovesciata.
  • Attenzione all’uso di cosmetici, creme, lozioni o detergenti perché potrebbero rovinare le lenti ed irritare gli occhi. Evitare lacche o spray in genere, che permangono nell’aria.
  • Non utilizzare le lenti in caso di patologie dell’occhio, né colliri medicali con le lenti indosso.